Crea sito

Mini guida per configurare una Pagina aziendale su Facebook

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on email
Share on whatsapp

Scopri in questo post i primi passi per configurare una pagina aziendale su Facebook, e dare maggiore professionalità alla tua attività. Basteranno pochi semplici step, e un po’ di creatività!

Facebook è la piattaforma più utilizzata nel mondo

Facebook è la piattaforma digitale più usata al mondo, seguita da YouTube e WhatsApp. Questo dato dimostra quanto sia importante strutturare una presenza digitale su questo social network, il quale viene spesso escluso a priori e considerato poco efficace per raggiungere gli obiettivi aziendali (essendo più associato alle attività di sponsorizzazioni).

, la scelta relativa a quale social impiegare dipende anche dal target. Tuttavia, circa il 46% degli utenti al mondo usa questo mezzo per reperire informazioni e notizie su quanto sta accadendo nel mondo. Quanti usano Facebook per passare il tempo, sostituendolo al vecchio zapping sul divano, guardando divertenti o tutorial? Almeno una ventina di minuti al giorno, in media, viene spesa dagli utenti proprio su Facebook.

Configurare una pagina aziendale

Ci sono diversi passaggi per configurare una pagina da zero.

Il primo step prevede di fare clic su “Crea” nel menù in alto a destra e scegliere quale evento o attività si desidera creare (ad esempio, un gruppo su Facebook, uno strumento di marketing molto utile oggi e su cui puoi trovare informazioni su questo articolo). 

Poi, scegliere l’opzione “Pagina” e proseguire con la configurazione guidata, optando per la categoria “Azienda o Brand”, e inserire le informazioni di base:

  1. Nome della pagina;
  2. Categoria;
  3. Indirizzo;
  4. Numero di telefono.

La Categoria, in particolare, prevede tantissime opzioni e permette di individuare quella che maggiormente si avvicina alla propria attività. A questo link trovi le principali categorie individuate da Facebook.

Infatti, nel momento in cui un utente effettua una ricerca direttamente dalla barra di ricerca di Facebook, può anche filtrare le pagine aziendali attraverso le categorie. Questo consente a chi ha un’attività di essere trovato con molta più facilità.

Esempio di dati richiesti quando si crea un profilo aziendale (scelti casualmente)

Gli ultimi step prevedono di caricare la foto profilo, la foto di copertina e una Call to action, cioè l’azione che si desidera far compiere all’utente una volta atterrato sulla pagina Facebook (per esempio, visitare il sito web per maggiori informazioni, prenotare un appuntamento, chiamare un numero telefonico, e così via).

Inserire nome, descrizione e immagini di profilo e copertina

Una pagina aziendale presente su un qualsiasi social network deve essere professionale, curata, affidabile e aggiornata. Ecco alcuni elementi che non possono assolutamente mancare:

  • Il nome e la descrizione: queste informazioni rispecchiano il proprio brand e devono spiegare in modo sintetico in che cosa consiste l’attività.
  • Immagine del profilo: qui si deve caricare la foto del proprio logo, per rendere la pagina riconoscibile fin da subito, e migliorare così l’esperienza delle persone, facilitando la ricerca.
    La foto deve essere in PNG e di dimensioni pari a 170 x 170 pixel sul desktop (128 x 128 su mobile). Purtroppo, se si scelgono proporzioni diverse, il logo risulterà tagliato.

Per convertire le immagini in velocità, da JPG in PNG e viceversa uso spesso I Love Img

  • Immagine di copertina: oggi Facebook consente di utilizzare sia fotografie sia video come copertine. Le dimensioni indicate da Facebook sono 820 x 312 pixel sul computer e devono avere un peso leggero, non superiore ai 100kb. Un esempio di immagine o video di copertina, potrebbe essere l’interior del proprio negozio (ripreso da varie angolature), dei propri prodotti o del team/artigiano, a seconda dell’obiettivo che si vuole raggiungere.

Cosa vuoi che facciano i tuoi clienti? Inserire una Call to action nella pagina aziendale

Prima di agire, occorre pensare attentamente a quale azione si vuole far compiere ai propri clienti. Per esempio:

  • Andare a visitare il sito web;
  • Chiamare in negozio;
  • Eseguire degli acquisti;
  • Scaricare un’applicazione.

Durante il lockdown, per esempio molti negozi hanno attivato il servizio di consegna a domicilio. C’è stata quindi una piccola evoluzione in termini di obiettivi: dall’invito a visitare il negozio fisico a quello di chiamare il numero per richiedere un servizio. Pertanto, si tratta di obiettivi che non rimangono fissi nel tempo, ma che cambiano in base a campagne promozionali, sconti o attività che si pongono in essere.

È possibile modificare questo pulsante in qualsiasi momento: basta cliccarci sopra e scegliere l’opzione “Modifica Pulsante”. Compare a questo punto una scheda con diverse possibilità di scelta.

Un altro aspetto da non sottovalutare, è il riquadro informazioni, situato proprio sotto all’immagine di copertina e alla sezione “Gruppi consigliati”, sulla destra.

Questo elemento consente di fornire in anteprima alcune informazioni sulla propria attività, attraverso un blocco di testo alternato ad immagini che può essere facilmente formattato, esattamente come in un documento Word.

Pensare e scrivere con cura questa sezione è un’altra azione da seguire per dare maggiore autorevolezza, completezza e professionalità al proprio profilo.

Compilare le prime informazioni

Infine, per completare questa prima fase di configurazione, si può accedere alla sezione informazioni in due modi: cliccando sul Tab a sinistra “Informazioni”, oppure dal menù in alto a destra “Impostazioni” -> “Informazioni della Pagina”. 

Insomma, Facebook rimane uno strumento efficace e utile per stimolare un tipo di domanda in particolare, ovvero quella latente, fatta di persone che vengono a contatto in modo del tutto irrazionale e più o meno casuale con un brand.

Il secondo step è quello di preparare un piano editoriale ricco di contenuti di valore e interessanti, e di invitare le persone a seguire la pagina, stimolando il loro interesse.

condividi questo post
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.