Crea sito

Emozioni a colori – Intervista a Valentina, fondatrice de Il Tetto delle Nuvole

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on email
Share on whatsapp

Il colore è una parte integrante della nostra vita, in grado di catturare l’attenzione, emozionare e coinvolgere le persone. Secondo diversi studi di neuromarketing, il colore crea una relazione con le persone, insieme ad elementi quali nome, logo e packaging.

Il colore è fa parte di qualsiasi strategia imprenditoriale: si pensi ai settori della moda, dell’arredamento, o dell’agroalimentare. Sempre più creativi scelgono questo elemento per esprimere se stessi.

I colori pastello de Il Tetto delle Nuvole

Valentina Milan Spozio fondatrice de Il Tetto delle Nuvole

Un’artigiana che ha fatto del colore la sua ragione di vita è Valentina, ideatrice del progetto Il Tetto delle Nuvole.
La sua attività consiste nel creare oggetti in legno: elementi decor per la casa, cake topper e meravigliose peg board per arricchire in modo originale angoli della casa come craft space o cucine.

Brand Ambassador di Fleur Paint, Valentina progetta e realizza questi oggetti a mano, senza l’ausilio di macchinari al laser. A fare da protagonisti ci sono i suoi colori pastello, sapientemente abbinati per dipingere queste creazioni, con sorprendenti effetti bohemien candy.

Il Tetto delle Nuvole è un progetto colorato e innovativo, che nasce quasi casualmente e grazie a una visione: quella di portare colore nella vita delle persone e farle stare bene

Ho coinvolto Valentina in un’intervista via Skype, incuriosita dalla sua attività e per confrontarmi con lei su tematiche quali processi creativi, collaborazioni e molto altro ancora.

Ecco come è nato il progetto

Lo spazio de Il Tetto delle Nuvole è all'interno di un open space.

“Creavo delle piccole scenografie per le vetrine del mio negozio e mi divertivo a intagliare il legno, dando vita a oggetti decorativi. Quando ho deciso di chiudere l’attività, mi sono presa un anno sabbatico per capire cosa fare della mia vita”.

Valentina prova così, per gioco, a intagliare una scritta, posta la foto su Instagram e riceve una serie di commenti e richieste di informazioni. “Ho pensato che avesse un’idea di mercato, ma non credevo avesse una svolta nell’immediato” racconta.

L’idea iniziale di un anno di pausa si restringe a pochi mesi: adibisce infatti un laboratorio all’interno del suo open space, aiutata dal suo compagno Roby, che in questa attività la supporta nella creazione di qualsiasi progetto.

Prodotti unici in legno: cake topper, scritte, peg board e oggetti di arredo

L’E-commerce ospita diversi prodotti personalizzati e personalizzabili. Per la loro creazione vengono scelti legni molto semplici e puliti, disponibili presso i principali fornitori base. Anche i colori sono di alta qualità e con una percentuale di emissioni ridotta al minimo. 

La decisione di non utilizzare legni di recupero deriva anche dalla scelta del target e dall’uso finale di questi prodotti. Infatti, si tratta di complementi di arredo destinati a un pubblico infantile o di accessori per decorare cibi, come torte di compleanno o nuziali.

Per il packaging si utilizzano materiali di riciclo, in un’ottica di sostenibilità, come le scatole recuperate da altri prodotti, facendo tutto il possibile per ridurre al minimo gli sprechi.

Un’attenzione particolare al digitale e al rapporto con i social media

Un'anteprima del sito web Il Tetto delle Nuvole

Come altre realtà imprenditoriali raccontate su Efepe.it, anche Il Tetto delle Nuvole ha sfruttato le potenzialità della rete fin dai primi esordi e la stessa fondatrice ha investito tempo e risorse, sia affidandosi ad esperti professionisti per proporre scatti di qualità, sia mettendosi alla prova personalmente creando contenuti di valore dedicati ai suoi clienti.

Non a caso, il profilo Instagram è seguito da oltre 27 mila utenti, ispirati dalle nuance pastello e dagli accostamenti di colori in grado di suscitare serenità e gioia. Instagram è e rimane il canale preferito e più in linea con gli obiettivi di business de Il Tetto delle Nuvole.

Una passione esplosiva per i colori

Espolosioni di colori

Durante l’intervista, le chiedo:

“Da dove nasce la tua passione per i colori?”
“Non so esattamente… Ce l’ho sempre avuta, pur avendo passato un momento in cui per me esistevano solo il nero e il viola scuro. Fin da piccola sono stata immersa tra i colori: mi piaceva metterli in scala, seguendo le diverse gradazioni e collezionavo le punte di matite colorate. E’ stata una cosa del tutto naturale. E oggi non saprei stare senza colori”.

Il processo creativo: la curiosità è il punto di partenza

Ogni progetto nasce grazie alla curiosità e alla capacità di osservazione. L’innovazione è frutto del pensiero critico e del desiderio di reinterpretare idee provenienti da Paesi nordici o molto lontani, come l’Australia. Questa artigiana si lascia spesso ispirare da accostamenti di colori visti su profili esteri e specializzati nella produzione di oggetti di design del mondo infantile.

Difficilmente un prodotto de Il Tetto delle Nuvole nasce da un progetto grafico. Infatti, questo processo avviene grazie alla pura immaginazione e alla conoscenza dei colori stessi.

“Ho delle moodboard fisiche attaccate alla mia pegboard, dove mi appunto i colori del momento, ma ho anche molti quaderni e fogli volanti”.

Prototipi si o no?

Ci sono delle correnti di pensiero, nell’ambito del design thinking, che privilegiano la creazione di prototipi. Dal modello iniziale, si procede attraverso diversi perfezionamenti, test e collaudi, per arrivare al prodotto finale. Ma ogni designer, segue un processo creativo e innovativo diverso: non esiste una regola magica nel mondo dell’artigianato.

“Cosa ne pensi dei prototipi? Li utilizzi quando crei i tuoi prodotti?”

“Non faccio mai grandi prototipi: è un po’ un buona la prima. Se decido di provare a realizzare un prodotto è perché so che deve funzionare, altrimenti non perdo nemmeno troppo tempo. 

Secondo me, i prodotti artigianali non sono mai finiti e non arrivano mai alla loro conclusione. Infatti, per ogni imperfezione può essere studiata una soluzione, facendo nascere qualcosa di meglio.
La peg board è stata l’unico caso in cui ci sono stati diversi test, vista la sua complessità. Anche per le mensole effettuiamo delle prove, ma per fornire delle indicazioni precise sulle loro modalità di utilizzo”.

Collaborazioni ed empowerment femminile

Passando al tema “collaborazioni”, Il Tetto delle Nuvole è anche empowerment femminile. Da sempre la fondatrice punta a collaborazioni di valore che possano dare origine a progetti innovativi

“Credo molto in questa cosa. Mi danno molto fastidio frasi come Le donne insieme non possono lavorare o Le donne sono molto competitive tra di loro.
Dipende molto da come decidi di affrontare la collaborazione e quali donne scegli di avere intorno. Non collabori con chiunque, ma con le persone che sono affini a te, con competenze che vanno a incastrarsi con le tue, creando un accrescimento”.

Da molto tempo, Valentina collabora con Roberta, fondatrice di Que Papel, un’azienda unipersonale che realizza coordinati grafici per futuri sposi. Questa imprenditrice coinvolge il Tetto delle Nuvole per la preparazione di cake topper partendo da un progetto grafico iniziale.

Ancora, la collaborazione con Le Petit Rabbit, che ha dato vita ai “musini”: simpatici animaletti trasformati in mensole e altri complementi d’arredo per il mondo infantile.

Infine, la collaborazione più recente è quella con Francesca e Stefania, che ha fatto nascere Le Color Sisters: un team che ha come obiettivo quello di fornire ispirazione alle amanti del colore e trasferire l’esperienza pluriennale formata in questo mondo.

“L’idea iniziale era di coinvolgere la community per dipingere dei vasi. Dal dipingere vasi siamo passate a facciamo un magazine”.
L’obiettivo di questo progetto, spiega Valentina, è di canalizzare gli utenti verso un unico mondo colorato, mantenendo però ben chiare le nostre identità”.

Infine, durante il lockdown, il brand è stato promosso anche sulla piattaforma Westwing, mediante una campagna temporanea dedicata al Made in Italy, che ha coinvolto diversi artigiani.

Insomma, tutte queste iniziative esprimono il concetto di collaborazione e di networking. L’idea è che dall’unione di più persone possano nascere nuove idee e che con il dialogo ognuna possa apportare nuovi contributi.

Da un’idea nata casualmente, per esprimere la propria personalità e carattere, Il Tetto delle Nuvole è diventato molto di più. Il colore è sempre stato l’elemento chiave che, insieme a un materiale così semplice e naturale come il legno, ha saputo emozionare grandi e piccini.

Il Tetto delle Nuvole adotta in tutto e per tutto un approccio human-centered. I colori mettono al centro l’individuo e puntano ad esprimere momenti di grande felicità per le persone: il matrimonio, l’acquisto della propria casa, o l’arrivo di una nuova vita.

Le foto utilizzate in questo articolo sono di proprietà de Il Tetto delle Nuvole e sono state inserite dietro espressa richiesta alla titolare, senza alcuna violazione del diritto d’autore.

Non c'è un colore o un modo di vedere il colore sbagliato: ognuno vede il colore come vuole, ma è importante che nella sua vita ci sia.

La fondatrice Valentina de Il Tetto delle Nuvole
Valentina
Il Tetto delle Nuvole
condividi questo post
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.